IndietroHomeAnteprima di stampa

News - 23/07/2018

2° New dal SAIE

Bologna 17 - 20 Ottobre 2018 - Tecnologie per l'edilizia e l'ambiente costruito 4.0

Innovazione, eccellenza e visione del futuro sono le parole chiave della 53esima edizione di SAIE, il Salone della nuova industrializzazione edilizia e del territorio, che si terraÌ dal 17 al 20 ottobre 2018 a Bologna. L’organizzazione dell’evento è stata affidata quest’anno da BolognaFiere a Senaf, società del gruppo editoriale Tecniche Nuove.

Forte del successo dell’edizione 2016, che ha contato oltre 52mila visitatori, più di 400 espositori e 222 momenti di approfondimento tra convegni e seminari, SAIE 2018, in collaborazione con le principali associazioni di categorie del territorio, presenterà le novità e le capacitaÌ del “fare italiano” e internazionale, concretizzando in nuovi prodotti e servizi la visione del settore rispetto al futuro di costruzioni, ristrutturazioni e infrastrutture.

Tre percorsi tematici dedicati ai mercati strategici e agli argomenti chiave guideranno il pubblico alla scoperta dei sistemi e delle tecnologie che stanno cambiando i processi costruttivi: digitalizzazione e BIM; gestione dell’edificio, riqualificazione edilizia e impianti tecnici in edilizia; trasformazione urbana, infrastrutture e territorio.

La digitalizzazione in atto nel settore sta coinvolgendo tutta la filiera, dalla progettazione fino alla gestione in esercizio dell’opera. A SAIE 2018 sarà dato ampio spazio al tema con Digital&Bim Italia Conference Labs, una novità di quest’anno ideata in collaborazione con Assobim, anche per seguito all’esito positivo di Digital&Bim Italia organizzato da BolognaFiere lo scorso autunno. In programma la conferenza internazionale dal titolo Le diverse modalità della trasformazione digitale nelle costruzioni, moduli di alta formazione con Digital Talk Lab, arene della digitalizzazione e uno spazio sperimentale dedicato alla Digital Experience, per capire a cosa serve e come funziona il digitale nell’ambiente costruito.

Di digitalizzazione e BIM si parlerà anche nel percorso dedicato a trasformazione urbana, infrastrutture e territorio, con l’obiettivo di accompagnare l’evoluzione del cantiere verso un ambiente costruito più sicuro e connesso, fornendo soluzioni innovative per la trasformazione del sistema di interconnessioni in una rete moderna, efficiente e priva di rischi, in grado di rispondere efficacemente anche ai fenomeni di dissesto idrogeologico.

Focus sulla manutenzione e gestione delle infrastrutture, con l’area speciale organizzata in collaborazione con ANAS e SIG Società Italiana Gallerie, che evidenzia l’eccellenza del know-how italiano in tema di interventi di progettazione, realizzazione e riqualificazione.

SIG,  promotrice dell’evento internazionale World Tunnel Congress (WTC) che si terraÌ a Napoli a maggio 2019, sarà a SAIE con la Conferenza Nazionale Tunnelling 4.0: l’Innovazione digitale, l’automazione e l’applicazione di nuove tecnologie nella progettazione e costruzione delle opere in sotterraneo, in programma il 18 e il 19 ottobre in collaborazione con il Consiglio Nazionale dei Geologi, l’Ordine degli Ingegneri di Bologna e Italferr.

L’innovazione è da sempre uno degli elementi caratterizzanti il mondo del tunnelling e delle costruzioni in sotterraneo - commenta l’ing. Marco Ranieri del comitato scientifico -. Nel tempo la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie e nuovi materiali hanno permesso di realizzare opere sempre più ambiziose, costruite nei contesti più vari e complessi, consentendo di ridurre notevolmente i rischi in fase di costruzione, migliorando la sicurezza dei cantieri e permettendo una migliore pianificazione e gestione dei costi e dei tempi. Il mondo delle costruzioni, e in modo particolare il mondo del tunnelling, sta vivendo infatti una vera e propria rivoluzione tecnologica, grazie soprattutto all’utilizzo del BIM, destinata a modificare metodologie di pianificazione e strumenti di progettazione, tecnologie costruttive e sistemi di monitoraggio, nonché a permettere uno sfruttamento smart e sostenibile dello “spazio sotterraneo”.

La conferenza, organizzata dal gruppo Young Member della SIG, sarà dedicata alle sfide del prossimo futuro e rappresenta un’importante occasione per condividere idee e progetti attraverso la presentazione di una serie di casi di studio.

I relatori che interverranno rappresentano tutti gli ambiti coinvolti a livello nazionale ed internazionale, provenendo dal mondo dell’Università, dalle imprese di costruzione e dalle società di monitoraggio, dalle grandi stazioni appaltanti, dalle società di ingegneria e dai consulenti specializzati.

Si parlerà di innovazione digitale, BIM applicato al mondo delle gallerie e opere in sotterraneo; innovazione tecnologica negli strumenti e nelle tecniche di monitoraggio e rilievo (interferometria satellitare, utilizzo di droni); automazione e sviluppo di nuovi materiali.

La conferenza si inserisce in un percorso di incontri dedicati a infrastrutture e territorio nell’ambito di SAIE 2018 e sarà un’anticipazione del training course che avrà luogo a Napoli il 3 e il 4 maggio durante il World Tunnel Congress 2019, confermando la volontà della SIG e dell’International Tunnelling Association di farsi promotori di innovazione e sviluppo di nuove tecnologie nell’ambito delle costruzioni in sotterraneo.