Regolamento

Le linee di indirizzo e di gestione dell'Associazione sono dettate dallo Statuto e dal Regolamento.

Art. 1 - Regolamento

Il presente Regolamento della Società Italiana Gallerie (S.I.G.) è predisposto ai sensi dell'art. 12 dello Statuto della S.I.G. per la gestione della S.I.G. in osservanza delle norme statutarie.

 

Art. 2 - Attività culturale

 2.1. Ai sensi dell'art. 2 comma 2 dello Statuto, la S.I.G. può intraprendere, mediante specifici accordi o convenzioni, stipulati dal Presidente con il consenso del Consiglio Direttivo, relazioni preferenziali con Associazioni, Università ed Organismi che per complementarietà di obiettivi o per trascorsi storici risultino legati all'attività culturale sviluppata dalla Società stessa.

2.2. Ai sensi dell’art. 2 comma 1 dello Statuto, la S.I.G. può istituire Borse di Studio, premi, riconoscimenti e partecipazioni tecnico-finanziarie all’organizzazione di Corsi e Master post universitari.

2.3. Ai sensi dell'art. 2 comma 2 dello Statuto, la S.I.G., in quanto continuatrice degli intenti della Sezione Italiana Gallerie e Grandi Opere Sotterranee dell'Associazione Mineraria Subalpina, aderisce alla International Tunnelling Association - Association Internationale des Travaux en Souterrain (ITA - AITES) e partecipa alle sue attività, anche attraverso la costituzione di specifici gruppi di studio in analogia con quelli individuati dall’ITA, i cui coordinatori responsabili sono individuati dal Consiglio Direttivo tra i Soci della SIG. A collaborare con i gruppi di studio possono essere chiamati dal Coordinatore esperti di settore, anche non Soci SIG.

2.4. Ai sensi dell'art. 2 comma 1 dello Statuto, su proposta del Consiglio Direttivo, l'Assemblea della S.I.G. può costituire specifiche Sezioni, designando tra i Consiglieri eletti, il Presidente e il Segretario di ciascuna Sezione, i quali opereranno per l’organizzazione delle visite tecniche, dei convegni e delle ulteriori attività, nell’ambito di una programmazione delle attività definita annualmente dal Consiglio Direttivo.

2.5. Ai sensi dell'art. 2 comma 2 dello Statuto, il Presidente della S.I.G. coordina, anche attraverso i Presidenti delle Sezioni, l’attuazione del programma annualmente deliberato.

 

Art. 3 - Pubblicazioni e sito web

 3.1. Nell'ambito di quanto previsto dall'art. 2 comma 1 dello Statuto, la S.I.G. cura, anche attraverso la società di Servizi SIG S.r.l, l'edizione e la distribuzione agevolata ai Soci di una rivista periodica denominata "Gallerie e Grandi Opere Sotterranee", nonché la gestione di un sito web.

3.2. Detta rivista e sito web pubblicano informazioni sull'attività del sodalizio e della Società di Servizi, articoli e notizie di carattere scientifico e tecnico, nonché interviste e redazionali di ordine tecnico-commerciale.

3.3. Il Presidente della Società di Servizi SIG S.r.l è il Direttore Responsabile della Rivista e del Sito web, viene designato dal Consiglio Direttivo della S.I.G. nella prima seduta utile dopo il rinnovo e decade con la nomina di un nuovo Consiglio Direttivo SIG.

3.4. Il Direttore Responsabile è tenuto a sottoporre preventivamente il piano editoriale annuale della rivista e il programma sito web, come approvato dal CdA della Società di Servizi, all'approvazione del Consiglio Direttivo della S.I.G.

3.5. Per l’orientamento editoriale scientifico della Rivista, il Direttore Responsabile si può avvalere di un Comitato Tecnico-Scientifico, nominato dal Consiglio Direttivo su proposta del Direttore Responsabile.

3.6. Per l'attività redazionale il Direttore Responsabile si può avvalere della collaborazione di un Comitato di Redazione coordinato da un caporedattore.

3.7. Per il sito web e per eventuali altre pubblicazioni, ivi compresi gli Atti di convegni per la cui organizzazione è impegnata la S.I.G., varranno norme di volta in volta stabilite ed approvate dal Comitato Esecutivo della S.I.G.

 

Art. 4 - Soci

4.1. La qualifica di Socio Onorario viene riservata a personalità di chiara fama distintesi nel campo delle gallerie e delle grandi opere sotterranee alle quali la S.I.G. intende attribuire un particolare riconoscimento. I Soci Onorari sono nominati dall'Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo e sono esonerati dal pagamento di qualsiasi contributo o quota associativa.

4.2. I Soci Ordinari (individuali e collettivi) ,Sostenitori, Young Members e Juniores, sono nominati a seguito di domanda scritta di cui al successivo punto 4.3.  L'ammissione viene accettata dal Presidente e deliberata dal Consiglio Direttivo. Delle nomine è data notizia all'Assemblea. Il passaggio invece da Socio Ordinario a Socio Senior e da Socio Juniores a Socio Young Member e a Socio Ordinario individuale, avviene in automatico con il raggiungimento nell’anno di riferimento delle condizioni previste dallo Statuto.

4.3. Per essere ammesso a Socio è necessario rivolgere domanda scritta, corredata dalla firma di presentazione di un Socio. La presentazione non è richiesta per gli studenti, che dovranno invece documentare di anno in anno la loro posizione universitaria.

4.4. L'ammissione alla Società impegna il Socio per tre anni; dal quarto anno il Socio resta impegnato di anno in anno.

La qualifica di Socio si può perdere:

a) in seguito a dimissioni, presentate per iscritto;

b) per morosità biennale nel pagamento delle quote sociali;

c) per espulsione.

Nei casi a) e b) la decadenza è deliberata dal Consiglio Direttivo; nel caso c) il provvedimento, conseguente a gravi motivi, è proposto dal Consiglio Direttivo, ma può essere deliberato solo dall’Assemblea.

Il Socio dimissionario è tenuto al pagamento delle quote arretrate.

4.5. Hanno diritto di essere candidati per le cariche e di essere eletti i Soci Sostenitori, Ordinari, siano essi a titolo collettivo, Senior che individuale, gli Young Members e gli Juniores in regola con il pagamento delle quote associative. Per i Soci collettivi, all'atto della candidatura, dovrà essere indicata la persona che li rappresenta (legale rappresentante o delegato permanente). Tale principio, nel caso di Soci collettivi eletti senza precedente candidatura, si realizza mediante segnalazione al Presidente del nome della persona designata, entro 15 giorni dalla data dell'elezione.

4.6. I soci Young Members (in breve YM) eleggeranno un loro rappresentante per la partecipazione al Consiglio Direttivo SIG ed un loro rappresentante per far parte degli YM ITA-AITES. Le due cariche non sono cumulabili e saranno rinnovate ogni 3 anni.Il Consiglio Direttivo incaricherà un consigliere come Tutor degli Young Members. 

 

Art. 5 - Assemblea

5.1. Ogni Socio può rappresentare per delega non più di tre Soci.

5.2. Eventuali deleghe a Soci debbono essere presentate per iscritto prima dell'inizio di ogni Assemblea al Segretario Generale della Società, che procederà alla relativa annotazione a verbale.

5.3. La convocazione dell'Assemblea, quando avvenga su richiesta di almeno 1/10 dei Soci aventi diritto di voto, ai sensi dell'art. 5 comma 4 dello Statuto, è soggetta alla seguente procedura:

a) la richiesta di convocazione deve essere presentata al Presidente per iscritto;

b) essa deve contenere l'indicazione dell'argomento da sottoporre a discussione ed essere sottoscritta da tutti i richiedenti;

c) al Presidente è riservato il diritto di stabilire la data di convocazione; la riunione dovrà comunque avere luogo entro 90 giorni dalla data di ricevimento della richiesta.

 

Art. 6 - Consiglio Direttivo

6.1. Il Consiglio Direttivo è costituito da 13 membri eletti dall'Assemblea tra i Soci, dai membri di diritto e dai membri Associati, secondo quanto disposto dall'art. 6.2.dello Statuto.

6.2. La durata del mandato di cui all'art. 6 comma 3 dello Statuto è di 3 (tre) anni. In ogni caso il Consiglio Direttivo rimane in carica con i relativi poteri fino all’insediamento del nuovo Consiglio eletto.

6.3. Le convocazioni del Consiglio Direttivo sono fatte dal Presidente anche in via telematica o e-mail, con preavviso di 6 giorni, ogni volta che questi lo ritiene necessario ed almeno prima di ogni riunione dell'Assemblea; il Consiglio Direttivo può anche essere convocato dal Presidente, su richiesta scritta di almeno sette Consiglieri, entro 30 giorni dalla richiesta.

6.4. Per la validità delle riunioni del Consiglio è necessaria la presenza di almeno 8 dei suoi membri.

6.5. In caso di dimissioni o di decadenza o cessazione di attività di singoli Consiglieri non si procede alla loro sostituzione. Il Consiglio Direttivo decade peraltro quando esso si riduca a meno di 8 Consiglieri. In tale circostanza rimane in carica il solo Presidente per la ordinaria amministrazione fino alla convocazione, entro il termine di 60 giorni, di un'Assemblea straordinaria per nuove elezioni.

6.5.bis Il numero ed i nomi dei membri associati vengono proposti dal Consiglio Direttivo per l’approvazione all’Assemblea, sino ad un massimo di 5, scelti tra rappresentanti di Istituzioni,  Associazioni, Enti, Società, Soci Individuali o non Soci della S.I.G. che  si distinguano particolarmente nel campo delle opere in sotterraneo e siano  desiderosi di sostenere gli scopi dell’Associazione S.I.G.

6.6. Per l’elezione dei 13 membri elettivi del Consiglio Direttivo, il Consiglio Direttivo, al fine di evitare dispersione di voti, avrà cura di predisporre una lista di almeno 18 nomi di Soci disposti ad accettare l’eventuale incarico, tenuto conto dei suggerimenti pervenuti da gruppi di Soci.

La lista predisposta dal Consiglio Direttivo non costituisce pregiudizio per l’eleggibilità di altri Soci le cui candidature dovranno pervenire alla Segreteria Generale - entro i termini stabiliti dal successivo comma - con lettera sottoscritta da almeno 20 Soci e firmate dal candidato stesso.

Il Consiglio Direttivo provvederà entro il 31 dicembre dell’anno antecedente a quello delle elezioni ad informare i Soci che gli stessi possono, ai sensi dell’art.6.6 del Regolamento, far pervenire entro una data prefissata le candidature presentate da almeno 20 Soci.

Allo scadere della data prefissata dal Consiglio Direttivo di cui al precedente comma, il Consiglio Direttivo stilerà la lista definitiva dei candidati, costituita dai nominativi (almeno 18) individuati dal Consiglio Direttivo come precisato al comma 1 del presente articolo e dai nominativi degli ulteriori candidati presentati con le modalità descritte in precedenza.

6.6.bis Le votazioni avverranno per posta elettronica “on-line” secondo quanto riportato nei paragrafi successivi. La lista definitiva dei candidati (vedi paragrafo 6.6), sarà quella sulla quale ogni singolo Socio potrà assegnare le sue preferenze indicandole sulla scheda visibile “on-line”.

6.7. Ogni Socio potrà esprimere il voto per non più di 13 nomi di Soci scelti tra quelli della scheda “on-line”.

6.8 Le operazioni di voto si effettueranno solamente “on-line” secondo le modalità di seguito precisate:

•insieme alla convocazione della Assemblea elettiva ciascun Socio riceverà un messaggio e-mail al proprio indirizzo con l’invito a cliccare su un link evidenziato e la pagina di votazione sarà attivata automaticamente;

•la pagina di votazione e la votazione sarà disponibile solamente entro un preciso periodo di tempo, indicato nel messaggio che corrisponde al periodo di tempo che il Consiglio Direttivo in accordo con lo Statuto, stabilirà per la votazione;

•la votazione on-line si concluderà 1 ora dopo l’ora di inizio della Assemblea elettiva indicata nell’avviso di convocazione ed i Soci potranno quindi votare “on-line” anche in sede di Assemblea, entro il termine di tempo indicato;

•ciascun Socio potrà selezionare i candidati che intende votare scegliendoli nella lista predisposta per il Consiglio Direttivo.

6.9.   Eliminato

6.10. Eliminato

6.11. A conclusione delle elezioni sarà compilata una lista dei Soci votati in ordine di preferenza decrescente: risulteranno eletti i primi 13 della lista. Nei casi di parità valgono preferenzialmente l’anzianità di iscrizione alla Società e, ulteriormente, l’anzianità anagrafica.

6.12.  Eliminato

6.13. Nel caso si rendessero necessarie nuove elezioni straordinarie del Consiglio Direttivo decaduto, la durata in carica del nuovo Consiglio eletto sarà tale da non variare la data delle scadenze triennali del Consiglio medesimo. Conseguentemente il periodo di durata in carica del nuovo Consiglio Direttivo è così stabilito: nel caso in cui l'elezione straordinaria si rendesse necessaria durante il primo o secondo anno del mandato triennale, il nuovo Consiglio Direttivo scadrà col triennio corrente; nel caso invece in cui l'elezione straordinaria dovesse avvenire nel terzo anno del mandato triennale, il nuovo Consiglio Direttivo resterà in carica per la restante parte dell'anno corrente e per l'intero successivo triennio.

6.14. I Soci a carattere collettivo, se eletti a far parte del Consiglio Direttivo, dovranno parteciparvi a mezzo del legale rappresentante o di un rappresentante espressamente delegato in sede di candidatura. Tale principio, nel caso di Soci collettivi eletti senza precedente candidatura, si realizza mediante segnalazione al Presidente del nome della persona designata, entro 15 giorni dalla data dell'elezione, nel rispetto della norma precisata al comma 4.5.

6.14bis. I Soci collettivi, in caso di assenza o impedimento del rappresentante permanente, potranno essere rappresentati nelle sedute del Consiglio Direttivo da un sostituto, con i requisiti di eleggibilità a termini di statuto, esplicitamente delegato in forma scritta di volta in volta e per non più di due volte consecutive, dal legale rappresentante o dal rappresentante permanente.

6.15. Il nuovo Consiglio Direttivo è convocato per la prima volta dal Presidente o da un Vice Presidente uscente, entro 30 giorni dalla data delle elezioni.

Nel corso della prima riunione, presieduta dal Presidente Uscente, il Consiglio Direttivo provvederà alla nomina delle cariche sociali, ai sensi dell'art. 6 comma 5 dello Statuto.

Per evitare dispersioni di voti e rischio di inadeguata rappresentatività nelle nomine alle cariche sociali, qualora venissero votati più candidati ad una stessa carica, si dovrà ricorrere ad una seconda votazione di ballottaggio tra i due candidati che avranno totalizzato il maggior numero di voti nella prima votazione. In caso di parità di voti nel ballottaggio risulterà nominato il candidato con maggiore anzianità di associazione e, in caso di ulteriore parità, il più anziano di età.

Esso provvederà inoltre a definire le funzioni ed eventuali compiti speciali da attribuire ai Presidenti di Sezione, ai vice Presidenti, al Tesoriere ed al Segretario Generale.

6.16. Per il disbrigo della normale amministrazione il Presidente sarà coadiuvato da un Comitato Esecutivo di cui fanno parte, insieme al Presidente, i Presidenti di Sezione, i Vice Presidenti, il Past-President, il Tesoriere ed il Segretario Generale.

A giudizio del Presidente, per particolari urgenti motivazioni, il Comitato Esecutivo potrà deliberare solo all'unanimità dei presenti; tali deliberazioni saranno portate alla ratifica del primo Consiglio Direttivo.

In particolare, il Comitato Esecutivo, con i vincoli precisati al precedente capoverso, provvederà all'ammissione dei nuovi Soci ai sensi dell'art. 4 comma 2 del Regolamento ed all'accoglimento delle dimissioni di Soci.

6.17. Il Consiglio Direttivo può inoltre conferire in qualunque momento ai Presidenti di Sezione ai Vice Presidenti e ad altri Consiglieri compiti particolari. Può ulteriormente affidare a Soci non membri del Consiglio Direttivo compiti di collaborazione per il miglior disbrigo delle mansioni attribuite al Comitato Esecutivo.

6.18. Possono essere invitati ad assistere alle riunioni del Consiglio Direttivo senza diritto di voto, in relazione agli argomenti dell'ordine del giorno:

- i Revisori dei Conti;

- il Direttore Responsabile o il Caporedattore della rivista “Gallerie” o di altre pubblicazioni deliberate dal Consiglio, di cui all'art. 3 del Regolamento.E’ Invitato ad assistere alle riunioni del Consiglio Direttivo, senza diritto di voto il rappresentante degli Young Members.

In caso di impedimento del Tesoriere o del Segretario Generale possono essere chiamati ad assistere alle riunioni del Consiglio Direttivo anche i Soci eventualmente incaricati, ai sensi del punto precedente, di collaborare per le specifiche mansioni.

6.19. Il Consiglio Direttivo designa i rappresentanti della S.I.G. nelle Associazioni con le quali intercorrono relazioni preferenziali, ove queste lo prevedano, non che il rappresentante in seno all'ITA-AITES.

6.20. La “Società di Servizi SIG S.r.l”, di cui attualmente l’associazione SIG è socio unico, deve rimanere espressione della volontà dei Soci della SIG. I Consiglieri di Amministrazione della Società di Servizi e il Presidente saranno designati dal Consiglio Direttivo, tra i Soci della SIG e quest’ultimo assumerà la funzione di Direttore Responsabile della Rivista “Gallerie” del sito web e delle eventuali ulteriori pubblicazioni della SIG. L’ingresso di nuovi Soci nella compagine sociale della Società di Servizi SIG è subordinato al voto di gradimento dell’Assemblea della SIG. Qualora venga ceduta a terzi la maggioranza delle quote della Società di Servizi SIG la denominazione sociale della stessa dovrà essere modificata in modo da escludere qualsiasi riferimento alla Società Italiana Gallerie.

 

Art. 7 - Presidente, Presidenti di Sezione, Tesoriere, Segretario Generale

7.1. Ai fini dell'applicazione dell'art. 8 dello Statuto, che demanda al Presidente compiti esecutivi ed il disbrigo della normale amministrazione, il Presidente conserva, anche in tale ambito, diritto di firma isolata in nome della Società, con possibilità di delega, come indicato dall'art. 8 comma 1 dello Statuto, ai Vice Presidenti, al Tesoriere ed al Segretario Generale.

7.2. In particolare, il Presidente può operare singolarmente per la firma su conti correnti bancari e simili ed in merito ha facoltà di delega per firma disgiunta nei riguardi del Tesoriere, del Segretario Generale e di firma associata ai Presidenti di Sezione, questi ultimi nell’ambito del budget approvato dal Consiglio Direttivo per l’attività loro affidata.

7.3. Ai Presidenti di Sezione, nominati dal Consiglio Direttivo su proposta del Presidente, sono demandate le attività operative, con potere di firma, relative alla materia loro affidata, quali: individuare tra i soci i componenti della Sezione, presiedere le sedute dei componenti la Sezione, individuare argomenti e risorse o sponsorizzazioni, al fine di proporre al Consiglio Direttivo, iniziative di ricerca, congressuali o visite tecniche, promuovere i possibili relatori e le collaborazioni di esperti nell’ambito della specializzazione loro affidata, anche esterni alla SIG. Sono inoltre delegati ad intraprendere relazioni con Enti ed Istituzioni pubbliche o private per gli scopi loro affidati, impegnando in tal modo la SIG nei rapporti con terzi solo per quanto deliberato dal Consiglio Direttivo.

7.4. Il Tesoriere cura l'amministrazione della Società e la predisposizione dei documenti contabili e fiscali, avvalendosi, ove necessario, di collaboratori esterni designati dal Comitato Esecutivo.

7.5. Il Segretario Generale cura l'attuazione delle delibere del Consiglio Direttivo, l'organizzazione dell'attività della Società ed il funzionamento della Segreteria, avvalendosi anche di collaboratori esterni designati dal Comitato Esecutivo.

 

Art. 8 - Collegio dei Revisori dei Conti, Collegio dei Probiviri

8.1. I membri del Collegio dei Revisori dei Conti durano in carica 3 anni e sono rieleggibili senza limitazioni.

8.2 Per la formazione del Collegio dei Revisori dei Conti i singoli Soci sostenitori ed ordinari, collettivi, Senior e Young Members ed individuali, che intendono candidarsi per le elezioni devono comunicare la loro disponibilità al Presidente entro la medesima data di cui all’art. 6.6 prefissata per le candidature al Consiglio Direttivo.

8.3 Le elezioni del Collegio dei Revisori dei Conti riguardano 5 membri, di cui 3 effettivi e 2 supplenti ed i Soci votanti, in analogia alle votazioni per il Consiglio Direttivo, dovranno indicare la loro preferenza sui nominativi indicati dalle rispettive schede “on-line”, che saranno a disposizione dei Soci votanti con le seguenti modalità:

•insieme alla convocazione della Assemblea elettiva ciascun Socio riceverà un messaggio e-mail al proprio indirizzo con l’invito a cliccare su un link evidenziato e la pagina di votazione sarà attivata automaticamente;

•la pagina di votazione e la votazione sarà disponibile solamente entro un preciso periodo di tempo, indicato nel messaggio che corrisponde al periodo di tempo che il Consiglio Direttivo in accordo con lo Statuto, stabilirà per la votazione;

•la votazione on-line si concluderà 1 ora dopo l’ora di inizio della Assemblea elettiva indicata nell'avviso di convocazione ed i Soci potranno quindi votare anche in sede di Assemblea, entro il termine di tempo indicato;

•ciascun Socio potrà selezionare i candidati che intende votare scegliendoli nelle liste disponibili “on-line”, una per i membri effettivi ed una per i membri supplenti.

8.4. Eliminato

8.5. Eliminato

8.6. Eliminato

8.7. A conclusione delle votazioni risultano eletti, rispettivamente per ciascuna delle due categorie (membri effettivi e membri supplenti) i Soci che hanno raccolto il maggior numero di voti.

Nei casi di parità valgono le norme citate all’art. 6 comma 11 del Regolamento.

8.8. Eliminato

8.9. I Soci a carattere collettivo, se eletti a far parte del Collegio dei Revisori dei Conti, devono parteciparvi a mezzo del loro legale rappresentante o di suo delegato permanente. Tale principio, nel caso di Soci collettivi eletti senza precedente candidatura, si realizza mediante segnalazione al Presidente uscente del nome della persona designata, entro 15 giorni dalla data dell'elezione.

8.10. Viene costituito il Collegio dei Probiviri dell’Associazione composto dal Presidente Onorario, con funzione di Presidente del Collegio e dai Past-President dell’ Associazione. Il Collegio dei Probiviri vigila responsabilmente sul rispetto dello Statuto e del Regolamento dell’Associazione, adotta le migliori iniziative, applica sanzioni per eventuali violazioni e in generale svolge funzioni di arbitrato nell’ambito dell’Associazione. I membri del Collegio dei Probiviri restano in carica per un triennio, e vengono rinnovati in caso di indisponibilità di uno dei componenti o in occasione del rinnovo del Consiglio Direttivo. Il Collegio decide a maggioranza, in caso di parità il voto del Presidente è dirimente e si intende validamente costituito ed atto ad espletare le sue funzioni, pur in assenza di formale convocazione, con la partecipazione alla decisione della totalità dei componenti. Le decisioni e i provvedimenti del Collegio sono inappellabili e immediatamente esecutivi nei riguardi dei Soci.

 

Art. 9 - Quote associative ed impegno dei Soci verso la Società

 9.1. Ai sensi dell'art. 9 comma 2 dello Statuto, entro il 30 novembre di ogni anno, il Consiglio Direttivo stabilisce l'ammontare della quota annuale da versare alla S.I.G. valida per l'anno successivo per le varie categorie di Soci.

9.2. Quote di associazione agevolate possono essere stabilite dal Consiglio Direttivo per i Soci di associazioni con le quali la S.I.G. ha stipulato relazioni preferenziali ai sensi dell'art. 2 comma 1 del Regolamento.

9.3 Per i Soci residenti all'estero, viene stabilita caso per caso una quota aggiuntiva atta a ricoprire le maggiori spese di spedizione di comunicazioni e pubblicazioni.

9.4. La quota associativa annuale deve essere da ogni Socio corrisposta alla Segreteria della S.I.G. entro il 31 maggio dell'anno a cui si riferisce.

9.5. In caso di ritardo (cioè dopo il 31 maggio dell'anno in riferimento) il Socio inadempiente è invitato a versare il contributo scaduto. In caso di mora maggiore (cioè dopo il 31 dicembre dell'anno in riferimento) l'invio delle pubblicazioni è sospeso. Avvicinandosi la mora alla durata biennale per cui è prevista la decadenza da Socio, il richiamo è ulteriormente ripetuto con carattere di diffida. In ogni caso la Società ha diritto di azioni di ricupero verso il Socio inadempiente anche delle spese di sollecito.

9.6. Le quote sociali arretrate di Soci dimissionari o decaduti per morosità o comunque non potute riscuotere, che il Consiglio Direttivo valuti irrecuperabili, possono essere cancellate dai crediti di fatto della Società a mezzo di apposita delibera dell'Assemblea.

9.7. Nei riguardi di Soci dimissionari debitori di una quota annuale o di Soci decaduti per morosità biennale, resta peraltro fermo il diritto della Società di richiedere il pagamento delle quote non corrisposte.

9.8. Il Socio che dal terzo anno di appartenenza alla Società in avanti intende dimettersi, deve far pervenire al Presidente apposita lettera entro il 31 dicembre dell'ultimo anno di appartenenza affinché l'impegno verso la Società non resti automaticamente rinnovato per l'anno successivo.

9.9. Il Consiglio Direttivo può annualmente concedere l'esonero dalla corresponsione della quota associativa a singoli Soci che acquisiscono particolari benemerenze nei confronti della Società.

 

Art. 10 - Referendum

10.1. Il Referendum è attuato “on-line”, da esprimere sulla scheda che verrà resa disponibile “on-line” mediante comunicazione di posta elettronica inviata a ciascun Socio da parte del Presidente.

Può assumere valore di Referendum una decisione assembleare, anche su argomento non all’ordine del giorno, qualora si verifichi la consistenza numerica ai sensi dell’art. 11 comma 1 dello Statuto.

10.2. Il Referendum viene indetto dal Presidente entro 30 giorni dalla richiesta espressa ai sensi dell’art. 11 comma 1 dello Statuto.

 

Art. 11 - Tessera sociale

La qualifica di Socio è attestata da una tessera sulla quale sono altresì precisati la data di iscrizione ed il numero d'ordine di registrazione nel libro dei Soci.